Archivi tag: Sicilia

Un po’ di…Favignana

Favignana è la principale delle Isole Egadi (Sicilia), l’area marina protetta più estesa d’Europa. L’isola ha la caratteristica forma di farfalla con le ali spiegate e presenta una costa molto variegata.

Caratteristica forma di farfalla di Favignana
Caratteristica forma di farfalla di Favignana

Favignana trae il suo nome dal vento Favonio, lo Zefiro, che rende il suo clima particolarmente mite. L’isola è una vera perla del Mediterraneo, infatti, per la sua conformazione geomorfologica, offre sia spiagge che grotte. Ciò per cui Favignana eccelle è senz’altro il mare, ancora incontaminato e dalle sfumature splendide, con angoli paradisiaci di spiagge dorate e finissime che spesso si tingono di rosa grazie al corallo portato dalle correnti. Le coste favignanesi offrono location diverse per incontrare i gusti di tutti: sono presenti spiagge con sabbia fine e dorata come Cala Azzurra, Lido Burrone, i Calamoni; oppure suggestive calette di sabbia e ciottoli localizzate nella zona di Punta Lunga, del Preveto, dei Faraglioni e Punta sottile, da cui si godono tramonti mozzafiato di rara bellezza in cui il cielo si tinge di colori meravigliosi. Particolare è la famosa Cala Rossa che offre sia rocce che sabbia incastonate in un mare che abbraccia le sfumature che vanno dal blu al celeste. Non mancano le zone tipicamente rocciose per chi ama tuffarsi, come Grotta Perciata, Punta Fanfalo o il Cavallo. Imperdibili sono poi le grotte marine, raggiungibili in barca, come ad esempio la Grotta dei Sospiri. Sull’isola di Favignana, che fu regina delle tonnare in Sicilia, non mancano attrattive culturali come ad esempio il museo dell’ex-Stabilimento Florio, che ospita reperti di varie epoche storiche come la “fiasca del pellegrino” risalente al XV sec. contenente del vino e ritrovata nei pressi del Bue Marino, assieme a numerose anfore diverse per tipologia ed epoche.

Vista di Favignana
Vista di Favignana

San Nicola è la zona archeologica per antonomasia dove si può ammirare il “bagno delle donne”, una grande vasca quadrata scavata nella roccia calcarea, che riceveva acqua dal mare attraverso un cunicolo; le tracce di un mosaico ritrovate e il tipo di costruzione la fanno risalire all’epoca romana. In questa stessa cala si trovano svariate grotte ad uso abitativo e sacro, che presentano graffiti preistorici ed incisioni del periodo punico, e alcune tombe, sia puniche che cristiane, palesi indizi anch’esse di antichi insediamenti.

Bagno delle donne
Bagno delle donne

Sicuramente ricchi di storia e cultura delle Egadi sono le cave di tufo, vere e proprie opere d’arte: nel passato furono fonte importante di economia per l’isola, oggi appaiono come grandiosi cattedrali scavate da quelle che erano le sapienti mani di veri e propri “maestri” nell’estrazione del tufo chiamati “pirriaturi”.
E’ consigliabile, quindi, visitare Favignana in barca perché in questo modo si possono raggiungere tutte le cale e insenature, anche quelle più appartate e nascoste.

 

Annunci