Archivi categoria: Mare

Bandiere Blu 2016

Ecco le migliori spiagge italiane, dal Veneto alla Sicilia, passando per la Toscana

Regione Abruzzo
Chieti
Teramo
Regione Basilicata
Matera
Potenza
Regione Calabria
Cosenza
Crotone
Reggio Calabria
Regione Campania
Napoli
Salerno
Regione Emilia Romagna
Ferrara
Forlì-Cesena
Ravenna
Rimini
Regione Friuli-Venezia Giulia
Gorizia
Udine
Regione Lazio
Latina
Roma
Regione Liguria
Genova
Imperia
La Spezia
Savona
Regione Lombardia
Brescia
Regione Marche
Ancona
Ascoli Piceno
Fermo
Macerata
Pesaro e Urbino
Regione Molise
Campobasso
Regione Piemonte
Verbano-Cusio-Ossola
Regione Puglia
Bari
Barletta-Andria-Trani
Brindisi
Lecce
Taranto
Regione Sardegna
Cagliari
Ogliastra
Olbia-Tempio
Oristano
Sassari
Regione Sicilia
Agrigento
Messina
Ragusa
Regione Toscana
Grosseto
Livorno
Lucca
Massa-Carrara
Pisa
Regione Trentino-Alto Adige
Trento
Regione Veneto
Rovigo
Venezia

 

Annunci

Un po’ di…Favignana

Favignana è la principale delle Isole Egadi (Sicilia), l’area marina protetta più estesa d’Europa. L’isola ha la caratteristica forma di farfalla con le ali spiegate e presenta una costa molto variegata.

Caratteristica forma di farfalla di Favignana
Caratteristica forma di farfalla di Favignana

Favignana trae il suo nome dal vento Favonio, lo Zefiro, che rende il suo clima particolarmente mite. L’isola è una vera perla del Mediterraneo, infatti, per la sua conformazione geomorfologica, offre sia spiagge che grotte. Ciò per cui Favignana eccelle è senz’altro il mare, ancora incontaminato e dalle sfumature splendide, con angoli paradisiaci di spiagge dorate e finissime che spesso si tingono di rosa grazie al corallo portato dalle correnti. Le coste favignanesi offrono location diverse per incontrare i gusti di tutti: sono presenti spiagge con sabbia fine e dorata come Cala Azzurra, Lido Burrone, i Calamoni; oppure suggestive calette di sabbia e ciottoli localizzate nella zona di Punta Lunga, del Preveto, dei Faraglioni e Punta sottile, da cui si godono tramonti mozzafiato di rara bellezza in cui il cielo si tinge di colori meravigliosi. Particolare è la famosa Cala Rossa che offre sia rocce che sabbia incastonate in un mare che abbraccia le sfumature che vanno dal blu al celeste. Non mancano le zone tipicamente rocciose per chi ama tuffarsi, come Grotta Perciata, Punta Fanfalo o il Cavallo. Imperdibili sono poi le grotte marine, raggiungibili in barca, come ad esempio la Grotta dei Sospiri. Sull’isola di Favignana, che fu regina delle tonnare in Sicilia, non mancano attrattive culturali come ad esempio il museo dell’ex-Stabilimento Florio, che ospita reperti di varie epoche storiche come la “fiasca del pellegrino” risalente al XV sec. contenente del vino e ritrovata nei pressi del Bue Marino, assieme a numerose anfore diverse per tipologia ed epoche.

Vista di Favignana
Vista di Favignana

San Nicola è la zona archeologica per antonomasia dove si può ammirare il “bagno delle donne”, una grande vasca quadrata scavata nella roccia calcarea, che riceveva acqua dal mare attraverso un cunicolo; le tracce di un mosaico ritrovate e il tipo di costruzione la fanno risalire all’epoca romana. In questa stessa cala si trovano svariate grotte ad uso abitativo e sacro, che presentano graffiti preistorici ed incisioni del periodo punico, e alcune tombe, sia puniche che cristiane, palesi indizi anch’esse di antichi insediamenti.

Bagno delle donne
Bagno delle donne

Sicuramente ricchi di storia e cultura delle Egadi sono le cave di tufo, vere e proprie opere d’arte: nel passato furono fonte importante di economia per l’isola, oggi appaiono come grandiosi cattedrali scavate da quelle che erano le sapienti mani di veri e propri “maestri” nell’estrazione del tufo chiamati “pirriaturi”.
E’ consigliabile, quindi, visitare Favignana in barca perché in questo modo si possono raggiungere tutte le cale e insenature, anche quelle più appartate e nascoste.

 

Polignano a Mare

Precedentemente abbiamo pubblicato un articolo riguardante le Bandiere Blu del 2014. Ora vogliamo soffermarci e fare un focus sul magnifico ed incantevole paese di Polignano a mare. La Fee (Foundation for Environmental Education) ha conferito al Paese già negli anni 2008, 2009,2010, 2011, 2012, 2013 il titolo di Bandiera Blu ed ora riconfermato e riconosciuto Polignano a mare come una tra le località costiere europee che soddisfano i criteri di qualità relativi alle acque di balneazione e al servizio offerto in relazione a parametri quali la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici.

Polignano a Mare
Polignano a Mare

Polignano a Mare è una delle località balneari più belle e conosciute del litorale pugliese, con i suoi 12 chilometri di costa polignanese che stupiscono ogni anno migliaia di visitatori. Situata su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare, sorge ad oltre 20 metri sul livello del mare ed è formata da alcuni tratti di costa rocciosa, ciottolosa e altri di sabbia fine e dorata.

Posizione Polignano a mare
Posizione Polignano a mare

Di notevole interesse naturalistico sono le sue grotte marine e, senza dubbio importanti, sono il centro storico e i resti della dominazione romana. Tra questi ultimi il ponte della via Traiana, tuttora percorribile, che attraversa Lama Monachile, la profonda insenatura immediatamente a nord del centro storico. Infine, nella frazione di San Vito, sulla costa a nord del paese, proprio a ridosso del porticciolo si staglia l’imponente complesso dell’abbazia dei Benedettini.

Abbazia bene
Abbazia bene

Polignano a Mare è quindi un ridente centro turistico dove le acque del suo mare sono limpide e cristalline. Molti dicono che sia fonte di ispirazione di poeti e artisti, dato dal connubio terra – mare che crea un paesaggio costiero molto pittoresco; in sostanza da visitare assolutamente!

Crociere Didattiche 2014 Dodicesimo Meridiano

Anche quest’anno l’Associazione Dodicesimo Meridiano organizza nel mese di Agosto quattro crociere didattiche con navigazione tra le mete più ambite della nostra bellissima Italia : Isole Flegree, Isole Pontine, Costiera Amalfitana e Ventotene

crociere didattiche Dodicesimo Meridiano 2014
crociere didattiche Dodicesimo Meridiano 2014

Si parte il 2 agosto con imbarco a Fiumicino passando per l’arcipelago delle Pontine dove Palmarola, Zannone, Gavi, Ponza e Ventotene o Santo Stefano, racchiudono tutti i colori e i paesaggi del mediterraneo; si proseguirà per Ischia e Procida dove saremo contagiati dal calore partenopeo, sbarco a Napoli il 9 agosto

prima settimana crociera didattica "dodicesimo Meridiano"
prima settimana crociera didattica “dodicesimo Meridiano”

la seconda settimana dal 9 agosto con imbarco a Napoli passando per Procida e il suo multicolore villaggio, Ischia con i suoi contrastanti caratteri, Sorrento con la sua “marina grande e il rione dei pescatori o l’arcipelago de “li galli” ,Capri sfacciata e opulenta o romantica e ispiratrice , Agropoli antica e tradizionalista nella cucina tipica, Paestum e i suoi resti della Magna Grecia, sbarco a Salerno il 16 agosto

seconda settimana crociera didattica "dodicesimo Meridiano"
seconda settimana crociera didattica “dodicesimo Meridiano”

La terza settimana dal 16 agosto imbarco a Salerno passando per Amalfi con suoi profumi o Positano e la sua magica atmosfera notturna, Capri tra sobrietà e sregolatezza, Ventotene tra storia e colori, Ischia e le sue infinite sfaccettature, Procida e il teatro dei colori partenopei, sbarco a Napoli il 23 agosto

terza settimana crociera didattica "dodicesimo Meridiano"
terza settimana crociera didattica “dodicesimo Meridiano”

infine la quarta settimana dal 23 agosto imbarco a Napoli e rotta per Capri dai mille volti e idiomi di fine estate e poi Ventotene nella stagione della pesca per proseguire verso Ponza, Pamarola e Circeo che mostreranno il loro paesaggio pulito e calmo, sbarco a Fiumicino il 30 agosto

quarta settimana crociera didattica "dodicesimo Meridiano"
quarta settimana crociera didattica “dodicesimo Meridiano”

Queste crociere hanno la durata minima di una settimana ed, oltre ad approfondire per chi ne avesse voglia gli argomenti nautici, sono un’occasione per unire l’utile al dilettevole, imparando divertendosi. Raggiungere luoghi selvaggi ed incontaminati, spiagge e calette difficilmente raggiungibili in altro modo, condividere l’esperienza con amici o ottimi sconosciuti, sono solo alcuni degli aspetti che fanno di quest’esperienza una vacanza unica.

Per maggiori info e prenotazioni qui

L’isola di Dino torna al Comune di Praia a Mare

Torna al Comune di Praia a Mare la proprietà dell’Isola di Dino, acquistata nel 1962 dall’avvocato Gianni Agnelli.

L’isola di Dino, poco meno di 50 ettari, è la maggiore delle due isole Calabresi; l’altra è l’Isola di Cirella. Sorge sulla costa nord occidentale del Tirreno calabrese, di fronte l’abitato di Praia a Mare in Provincia di Cosenza, davanti Capo dell’Arena a sud del paese.

Isola di DIno
Torna al Comune di Praia a Mare la proprietà dell’Isola di Dino

La sezione distaccata di Scalea del Tribunale di Paola ha annullato il contratto con il quale Gianni Agnelli in persona nel 1962 comprò l’isoletta per 50 milioni di lire con l’obiettivo di realizzare un investimento turistico ricettivo.

 

 

Via

Bandiere Blu 2014

Bandiera Blu 2014:  Premiate 269 spiagge

Ecco le migliori spiagge italiane, dal Veneto alla Sicilia, passando per la Toscana
Bandiere Blu

 

Con 5  Bandiere Blu in più rispetto al 2013,  quest’anno sono 140  i Comuni italiani che  hanno ottenuto il riconoscimento della Bandiera Blu da parte della Fee, Foundation for Environmental Education

Con ben 20 località premiate, la Liguria si conferma la regina indiscussa dello Stivale mentre l’Abruzzo invece si conquista la maglia nera, scendendo a quota 10. Al secondo posto si piazza la Toscana con 18, mentre al terzo troviamo le Marche con 17. A seguire incontriamo l’Emilia Romagna con 9, una in più dello scorso anno, la Campania a 13 e la Puglia che riconferma le 10 del 2013. Il Veneto raggiunge 7 bandiere come il Lazio, mentre Sardegna e Sicilia vantano entrambe 6 località. Tra le ultime posizioni della classifica troviamo la Calabria con 4, il Molise con 3, il Friuli Venezia Giulia con 2 e la Basilicata con 1 sola località.

I parametri per la selezione delle spiagge migliori sono piuttosto rigidi, dall’efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria alla raccolta differenziata, dalle aree ciclabili ai servizi nelle spiagge, dall’educazione ambientale nelle scuole e tra turisti alla qualità delle strutture alberghiere. Questi criteri – ed altri ancora – vengono valutati analizzando i dati degli ultimi quattro anni e i Comuni e le spiagge che ottengono i migliori punteggi avranno di diritto il riconoscimento con la Bandiera Blu.

Le Bandiere Blu non sono riservate soltanto alle località marine, vengono infatti assegnate anche ai lidi lacustri, che per il 2014 vedono il Trentino-Alto Adige svettare la classifica con 5 comuni. Lombardia e Piemonte conquistano invece una sola bandiera. Ma non solo, quest’anno sono state premiate anche 62 località turistiche per‘la qualità e quantità dei servizi erogati nella piena compatibilità ambientale’.

Il presidente della Fee Italia, Claudio Mazza, ha dichiarato a tal proposito: “È con soddisfazione che vediamo anche per il 2014 un incremento di Bandiere Blu, ben 140 comuni, a significare, nonostante la situazione economica, la priorità di scelte sostenibili di tante località turistiche. L’attenzione all’ambiente in ogni sua declinazione è l’elemento di partenza per sviluppare una destinazione turistica. Soprattutto oggi, con un turismo sempre più attento al lato green delle proprie scelte”.

I nomi delle Spiagge Bandiera Blu 2014

Lombardia: Gardone Riviera (Brescia).

Trentino Alto Adige: Calceranica al lago, Caldonazzo, Pergine Valsugana e Tenna, Levico Terme.

Liguria: Bordighera, Santo Stefano al mare Baia azzurra, San Lorenzo al Mare, Loano, Pietra Ligure Ponente, Finale Ligure, Noli, Spotorno- Zona Moli Sirio e Sant’Antonio, Bergeggi, Savona-Fornaci, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze, Chiavari, Lavagna, Moneglia, Framura, Lerici e Ameglia-Fiumaretta.

Toscana: Viareggio, Pisa- Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia, Livorno-Antignano, Quercianella, Rosignano Marittimo- Castiglioncello, Vada , Cecina- Marina, Le Gorette, Bibbona-Marina, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Piombino- Parco naturale della Sterpaia, Marciano Marina-La Fenicia, Follonica, Castiglione della Pescaia, Grosseto- Marina di Grosseto, Principino a mare, Monte Argentario.

Friuli Venezia Giulia: Grado e Lignano Sabbiadoro.

Veneto: San Michele Al Tagliamento- Bibione, Caorle, Eraclea- Eradea Mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia- Lido di Venezia e Chioggia- Sottomarina.

Emilia Romagna: Comacchio- Lidi Comacchiesi, Ravenna- Lidi Ravvenati, Cervia- Milano Marittima, Pinarella, Cesenatico, Gatteo- Gatteo Mare, San Mauro Pascoli- San Mauro mare, Bellona Igea Marina, Misano Adriatico e Cattolica.

Marche: Gabicce mare, Pesaro, Fano, Monclolfo- Marotta, Senigallia, Ancona- Portonovo, Numana, Sirolo, Potenza Piceno- Porto Potenza Piceno, Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio, Fermo- Lido Marina Palmese, Porto San Giorgio, Pedaso-Lungomare centro, Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto.

Abruzzo: Tortoreto, Roseto degli Abruzzi Lungomare Centrale Marra rosa, Sud, Pineta-Torre Cerrano, Silvi- Lungomare centrale, Francavilla al Mare-Lido Asterope, San Vita Chietino, Rocca San Giovanni- Cavalluccio, Fossacesia, Vasto-Punta Penna, Vignola San Nicola, San Salvo- Marina.

Molise: Petacciato- Marina, Termoli, Campomarino- Lido.

Lazio: Gaeta, Anzio, Marina di Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga e Ventotene-Cala Nave.

Campania: Anacapri- Punta Faro, Gradola, Massa Lubrense, Positano, Agropoli- Lung.re San Marco, Trentova, Castellabate, Montecorice- Agnone, Capitello, Pollica- Acciaroli, Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola- Palinuro, Vibonati, e Sapri- Lido di Sapri San Giorgio.

Basilicata: Maratea.

Puglia: Margherita di Savoia, Polignano a Mare, Monopoli- Lido Rosso, Castello S.Stefano, Capitolo, Fasano, Ostuni, Ginosa- Marina di Ginosa, Otranto, Melendugno, Castro e Salve.

Calabria: Trebisacce, Cirò Marina, Melissa- Torre Melissa  e Roccellaionica.

Sicilia: Lipari, Vulcano, Ispica, Pozzallo, Ragusa- Marina di Ragusa, Menfi, Marsala-Signorino.

Sardegna: Santa Teresa Gallura- Reno Bianca, Capo Testa ponente, La Maddalena, Caprera, Palau, Oristano Torre Grande, Tortoli’-Lido di Orri, Lido di Cea, Quartu Sant’Elena-Poetto.

 

 

 

via

via